Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

SPOSTAMENTI TRA CUBA E L’ITALIA – AGGIORNAMENTO 23 NOVEMBRE

INGRESSO A CUBA

In applicazione delle recenti misure adottate dalle Autorità cubane, lo spazio aereo nazionale è stato riaperto ai voli commerciali di linea. A partire dalla mezzanotte del 15 novembre è stato riaperto l’aeroporto internazionale “Jose Martì” de L’Avana anche alle operazioni aeree commerciali, sia di linea sia charter.

Al riguardo, le competenti Autorità sanitarie hanno istituito un protocollo di controllo sanitario, che prevede le seguenti misure per i viaggiatori:

  • due test PCR di cui un primo tampone all’arrivo in aeroporto ed un secondo tampone al quinto giorno dall’arrivo (in caso di risultato positivo, il viaggiatore viene trasferito in ospedale o presso uno dei centri di sorveglianza epidemiologica);
  • una sorveglianza sanitaria per un periodo di dieci giorni o comunque fino al risultato negativo del secondo PCR, presso l’indirizzo di residenza sull’isola comunicato dal viaggiatore con dichiarazione da consegnare all’arrivo. E’ comunque obbligatorio mantenere stretto coordinamento con il consultorio del medico di famiglia o comunque competente per il municipio di residenza;
  • il controllo della temperatura prima della partenza ed all’arrivo.

Il protocollo sanitario si applica senza distinzione a cubani residenti all’estero che vengono a visitare i familiari, ai residenti a Cuba – nazionali o stranieri – che si trovavano momentaneamente all’estero, ai turisti che non soggiornano presso hotel e che non hanno acquistato un pacchetto vacanze presso i cayos, per i quali e’ invece il Ministero del Turismo ad essere competente ad applicare la vigilanza sanitaria direttamente nelle strutture di destinazione.

A partire dal 1 dicembre, i viaggiatori in arrivo (stranieri e cubani non residenti) dovranno pagare in aeroporto una tassa sanitaria che ammonta a 30 USD o l’equivalente in altra valuta estera convertibile.

 

USCITA DA CUBA

Decade, per i doppi cittadini che siano residenti a Cuba, l’obbligo di ottenere l’autorizzazione a lasciare il Paese da parte delle competenti Autorità cubane (Ministero dell’Interno – Immigrazione). I cittadini italiani residenti a Cuba che desiderino lasciare il territorio cubano potranno farlo, sulla base della disponibilità di voli, senza più informare preventivamente le Autorità di immigrazione.

 

INGRESSO IN ITALIA

Restano in vigore le misure adottate dal Governo italiano. Per informazioni aggiornate, si raccomanda di consultare l’ultima versione delle Risposte alle domande frequenti (FAQ), pubblicate sul sito della Farnesina